Calo di udito: quali sintomi?

Calo di udito: quali sintomi?

Molto spesso prendiamo coscienza di avere problemi di udito (o che li ha un nostro caro) solo dopo molto tempo dalla comparsa dei primi sintomi, così facendo lasciamo che l’ipoacusia si aggravi, creando dei danni irreversibili, perché il calo di udito può essere compensato utilizzando un apparecchio acustico, ma non può essere recuperato.

Il sintomo più comune dell’ipoacusia è l’incapacità di sentire bene ciò che viene detto e distinguere i vari rumori o suoni che la circondano. Le parole possono risultare attutite, ovattate oppure l’ipoacusico non è in grado di sentire la differenza tra il parlato ed i rumori ambientali, per esempio quando deve ascoltare qualcuno che parla in una strada trafficata o in un ristorante affollato.

Se hai problemi di udito, molto probabilmente il tuo cervello sarà naturalmente portato a compensare il tuo deficit inducendoti a guardare il movimento delle labbra e a farti cogliere il significato del parlato anche se non hai compreso tutte le parole dette. Per questo motivo, se soffri di un’ipoacusia leggera, ti accorgerai di sentire peggio nei luoghi rumorosi e quando non hai modo di vedere le labbra della persona che sta parlando con te.

Specialisti dell'udito in azione

Un altro sintomo è dato dalla difficoltà a capire le persone quando parlano al telefono, se ti accorgi di fare sempre più fatica a sentire chi dialoga con te in una conversazione telefonica, molto probabilmente soffri di ipoacusia.

In alcuni casi le persone affette da ipoacusia possono udire continui ronzii all’orecchio, conosciuti come acufeni.

A volte il calo di udito è dovuto a infezioni o perforazioni della membrana del timpano, in questo caso un sintomo comune è un mal d’orecchio che continua a riproporsi, anche a brevi intervalli di tempo.

Per chi soffre della sindrome di Ménière, l’ipoacusia può anche essere accompagnata da vertigini, perché questa malattia coinvolge l’orecchio interno e causa forti capogiri, rumore nelle orecchie, ipoacusia fluttuante e sensazione di pressione o dolore all’orecchio.

Qualora tu abbia uno o più di questi sintomi, ti consigliamo di fare una visita da un otorino, che effettuerà inizialmente un esame fisico, che include un’ispezione dettagliata dell’orecchio con l’uso di strumenti speciali, come l’otoscopio o anche con microscopi speciali.

Qualora lo ritenga opportuno, l’otorino effettuerà inoltre dei test auditivi per determinare l’entità della tua perdita di udito. Solo dopo questi accertamenti l’otorino è in grado di affermare che vi sia un reale calo dell’udito e solo a lui spetta la diagnosi di ipoacusia.

Nella diagnosi dell’otorino verranno indicati anche i parametri di calo uditivo, indicazioni basilari per la corretta regolazione di un apparecchio acustico.

Qualora tu sia già stato dall’otorino, t’invitiamo a contattarci e prendere un appuntamento presso il nostro Centro Uditivo Specializzato di Roma, valuteremo assieme a te la Soluzione Uditiva più adatta alle tue esigenze e ti daremo l’opportunità di provare gratuitamente per un mese il tuo nuovo apparecchio acustico, regolato con il Nuovo Protocollo Audioprotesico® di esclusiva proprietà PiùUDITO®.

Vieni a sentire la differenza!

Cura contro la sordità: soluzioni