Il Procedimento Libra®

Le fasi della calibrazione ottimale di apparecchi acustici

Quando l’ipoacusia (o calo dell’udito) colpisce l’apparato uditivo, la naturale soglia uditiva umana viene alterata e insieme ad essa viene alterata anche la percezione uditiva che rappresenta la capacità di comprendere bene quello che ascoltiamo.

Questa alterazione della soglia uditiva produce una serie di distorsioni che impediscono al cervello di decodificare con chiarezza i messaggi provenienti dall’apparato uditivo determinando un grave disagio nelle persone colpite da ipoacusia.

Il Procedimento Libra® è il cuore del  Nuovo Protocollo Audioprotesico® – NPA e rappresenta l’insieme dei passi compiuti dai dottori audioprotesisti di PiùUDITO Group® per raggiungere la calibrazione ottimale dell’apparecchio acustico e raggiungere così il massimo recupero della chiarezza possibile per il tuo quadro audiologico.

Fasi del PROCEDIMENTO LIBRA®

1) Pre-impostazione Valori Soglia di Partenza
gli apparecchi acustici vengono regolati attraverso una speciale procedura di pre-impostazione dei parametri di amplificazione, che verranno utilizzati come punto di partenza.

2) Calibrazione Soglia Soggettiva
tutti i parametri degli apparecchi acustici vengono impostati e bilanciati uno ad uno con estrema precisione per il ripristino della tua migliore nuova soglia uditiva possibile

3) Ottimizzazione Soglia Soggettiva
durante i due successivi appuntamenti di controllo settimanali, viene controllato ed ottimizzato ogni singolo parametro dell’amplificazione somministrata nella precedente fase

4) Definizione Bilanciamento Volume Generale
vengono ottimizzati i livelli di soglia minima e massima dell’intero campo di udibilità misurato per ciascun orecchio e in questo contesto viene anche ottimizzato il bilanciamento del volume generale di ascolto percepito tra i due orecchi

5) Bilanciamento ottimale: L’Equocentro Percettivo®
Nella quinta fase raggiungiamo l’Equocentro Percettivo®, ovvero il punto di arrivo dell’intero Procedimento Libra ®. In questa ultima fase tutti i parametri degli apparecchi acustici vengono impostati con estrema precisione per raggiungere la migliore nuova soglia uditiva possibile nell’orecchio protesizzato, per ottenere il massimo recupero nella chiarezza uditiva possibile.