Abbiamo una missione: la salute uditiva dell’uomo

Abbiamo una missione: la salute uditiva dell’uomo

Nata da una brillante intuizione del Dott. Fabio Tomassetti, PiùUDITO® non è un’azienda come tante: è frutto di una missione appassionata ed una piccola eccellenza italiana dotata di un elevatissimo profilo etico e professionale.

Crediamo nel talento di giovani italiani e nella creazione di benessere partendo dal basso (ovvero dalle piccole/grandi azioni che ognuno di noi può fare) tanto da investire gran parte delle nostre risorse prodotte ogni anno nel più importante è coraggioso progetto innovativo, votato completamente al recupero uditivo umano.

PiùUDITO® è inoltre un esempio di successo creato dal nulla, senza aiuti dallo Stato, né sovvenzioni pubbliche, che ha svolto anni di ricerca completamente autofinanziata, volta a trovare una soluzione più efficace ai problemi di udito delle persone colpite da ipoacusia, o calo dell’udito, soluzione appunto insita nel metodo di regolazione degli apparecchi acustici e unita alle innovazioni tecnologiche in ambito di protesi acustiche.

In un tempo in cui grandi crisi economiche e finanziarie attraversano e colpiscono inesorabilmente interi continenti, questo nuovo progetto, nato senza grandi risorse è riuscito comunque ad affermare il suo primo importante successo realizzando l’innovazione nel metodo utilizzato nell’Adattamento Audioprotesico che nessun centro di ricerche al mondo era riuscito a produrre fino ad oggi: il NUOVO PROTOCOLLO AUDIOPROTESICO®.

Un’innovazione frutto dell’autodeterminazione, la sfida più importante per affermare il diritto di ogni piccola nuova società a poter costruire il proprio successo senza l’aiuto di nessuno, basandosi solo ed esclusivamente sul proprio talento e sulla propria competenza.

“In un tempo così difficile, come questo nostro tempo” afferma il Dott. Fabio Tomassetti: “Il progetto PiùUDITO® rappresenta una vera opportunità, per tante altre piccole società che vorranno seguirne l’appassionato esempio per creare un futuro migliore, sapendo di poter contare solo ed esclusivamente sulle proprie forze e con l’impegno e con il coraggio di ogni giovane talento italiano.”